vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

La nostra storia

La Biblioteca di Discipline Umanistiche nasce nel 1926 come biblioteca di Facoltà di Lettere e Filosofia da un primo nucleo di pubblicazioni donate da Giovanni Pascoli nel 1909 e contenente anche opere di Giosuè Carducci.
Fino alla seconda guerra mondiale il patrimonio librario della biblioteca cresce con l'acquisto di moltissime opere filosofiche edite soprattutto in Germania e Francia.
La sua sede si trovava ai nn. civici 27/29 di via Zamboni, oggi sede della Biblioteca Giuridica, e solo negli anni '70 è stata trasferita nella sede attuale di via Zamboni 36.

Attualmente la Biblioteca dispone di 278 posti a sedere distribuiti su 3 sale di consultazione, 4 postazioni per la consultazione dei cataloghi, un laboratorio informatico con 26 postazioni e una saletta multimediale con 3 PC e 1 postazione per la visione di DVD e ascolto di CD musicali.


Aree di interesse:

  • Lingua e letteratura italiana; lingue e letterature straniere (inglese, francese, spagnolo, tedesco); filologia; arti; storia; filosofia; pedagogia; psicologia; semiologia; comunicazione; linguistica; letteratura professionale.
  • Patrimonio: 161.783 monografie a stampa, tra cui circa 2.000 libri antichi; 1159 periodici in ACNP, di cui 173 attivi; 1.164 DVD.